ETS ARCHITA Rail Mobile mapping system

230
ETS ARCHITA Rail Mobile mapping system

 

Durante l’esposizione di Innotrans che si terrà a Berlino dal 17 al 21 settembre, ETS presenterà ARCHITA, il suo innovativo sistema di rilevamento mobile. La configurazione principale è dedicata all’ambito ferroviario, ma l’ampia gamma di strumenti e le varie combinazioni possibili consentono l’utilizzo in qualsiasi ambito di paesaggio dove è richiesta un’indagine approfondita.

Il sistema di mappatura ETS ARCHITA Rail Mobile mapping è un sistema unico costituito da varie tecnologie di rilevamento: scanner laser, georadar, immagine termo-grafica e fotocamera digitale ad alta velocità e risoluzione, posizionata su un treno di servizio. Permette di svolgere l’attività di rilievo in modo continuativo (velocità media 15-30 km/h) durante l’interruzione del traffico ferroviario, senza la necessità di rimuovere la tensione, riducendo le interferenze al traffico ferroviario ordinario. ARCHITA permette di ottenere, in un’unica transizione ferroviaria, una elevata serie di informazioni. Le principali informazioni ottenute sono: 1. nuvola puntiforme georeferenziata di una galleria da cui è possibile ottenere una informazione molto specifica sull’oggetto dello studio; 2. Analisi termografica con informazioni sulla conservazione della copertura; 3. Analisi di Georadar con informazioni relative sulla condizione della zavorra.

In generale, è stato possibile ottenere automaticamente la geometria del tracciato (calibro e quota) e verificare la posizione esatta rispetto alla nuvola di punti, passare il modello di progettazione in virtuale e controllare eventuali interferenze, calcolare la posizione della linea di contatto TE rispetto al piano di ferro e valutare le possibili interferenze con la sagoma di progetto, generare il formato di sintesi “xls” con posizione chilometrica delle zone di tracciamento soggette a interferenze (con rivestimento e/o linea di contatto), indicando le loro dimensioni e tipologia.

In definitiva, l’esperienza maturata nel settore della “mappatura mobile” consente, quindi, di configurare il sistema di rilevamento mobile come valida alternativa ai tradizionali metodi geometrici/topografici, che richiedono cicli estremamente lunghi che hanno un forte impatto sulla ferrovia esercizio. L’unione di risultati diversi, ottenuti da diversi strumenti (scanner laser, georadar, termografia, videocamere di scansione / linea digitale ad alta velocità) configurati in un’unica soluzione, fornisce quindi una conoscenza dello stato di avanzamento del lavoro investigato necessario per supportare la pianificazione attività di manutenzione e ammortamento dell’intero patrimonio infrastrutturale, sia di natura ordinaria che straordinaria. Inoltre, la doppia antenna GPS migliora notevolmente l’allineamento della traiettoria rilevata, garantendo una precisione millimetrica. Il sistema lega l’analisi termografica ai dati geometrici registrati dal laser scanner, consentendo la gestione integrata in un unico software. Il sistema consente continue esplorazioni radar su lunghe distanze, studiando la conservazione e le condizioni della zavorra e eventuali anomalie presenti con una risoluzione di profondità ottimale di 2m.

ARCHITA sincronizza gli strumenti tramite GPS. Configurazione LEICA PEGASUS TWO: 7 fotocamere digitali, 1 piattaforma IMU inerziale, 2 Profilometri Z + F Profiler 9012, 2 antenna GPS, 1 contachilometri (nessun contatto sulla ferrovia), 4 sensori di imaging termico in un’unica soluzione. I.D.S. RADAR SRS SafeRailSystem: 3 antenne radar con frequenza centrale di 400 Mhz, 3 unità di controllo radar per la gestione e la sincronizzazione dei dati acquisiti, 1 doppler encoder per la misurazione della distanza, 1 telecamera aggiuntiva per l’acquisizione di immagini del sedile ferroviario. ADTS TUNNEL SCAN: 3 telecamere linea / scansione digitali ad alta velocità, fps fino a 8000 Hz, sezione analizzata 210 °, pixel misurati per sezione 18432, velocità veicolo e campionamento longitudinale Passo 30 km/h @ 1 mm, campo visivo radiale 10 m, sistema di illuminazione 16 Illuminatori a led ad alta efficienza, temperatura operativa suonata min. -10 ° C max. + 45 ° C.

Questa configurazione consente la scansione laser ad alta definizione fino a 100 m e una risoluzione di 2 mln pps. Nella configurazione con finalità di indagine batimetrica, lo scanner laser Leica Pegasus Two è combinato con NORBIT MULTIBEAM SYSTEM WBMS Stretto e VALEPORT MINI SVP (sonda per profilatura del suono ad alta velocità). Lo strumento Multibeam è configurato in versione standard, ad alta risoluzione fino a 700kHz angolo di fascio di 0.9 ° x0.9 ° a 400kHz e 0.5 ° x0.5 ° a 700kHz, totale 512 raggi, selezione della frequenza della banda principale 360-440 kHz integrata con girobussola sistema di correzione dei dati di navigazione, pitch roll e heave. Il sistema include: trasduttore multi-raggio e piattaforma inerziale, cavi di staffa di montaggio, opzione sonar di scansione laterale e dati del backscarter, dati della colonna d’acqua

54321
(1 vote. Average 4 of 5)